PHF21B gene implicato nella formazione del cancro e la depressione ha un ruolo nello sviluppo del cervello troppo

6811

La delezione del gene Phf21b è nota per essere associata al cancro e alla depressione. Una nuova ricerca indica ora che l'espressione tempestiva di questo gene gioca un ruolo chiave nella differenziazione delle cellule staminali neurali e nello sviluppo del cervello 

PHF21

Un'ultima ricerca pubblicata sulla rivista Genes and Development il 20 marzo 2020, implica il ruolo della proteina Phf21b codificata da PHF21B gene nella differenziazione delle cellule staminali neurali. Inoltre, la delezione di Phf21b in vivo, non solo ha inibito la differenziazione delle cellule neurali, ma ha anche portato le cellule progenitrici corticali a subire cicli cellulari più veloci. Lo studio attuale dei ricercatori della Queen's University di Belfast implica l'espressione tempestiva della proteina phf21b come essenziale per la differenziazione delle cellule staminali neurali durante lo sviluppo corticale1. Il ruolo di Phf21b nella differenziazione delle cellule staminali neurali rappresenta un passo significativo nella comprensione della neurogenesi nello sviluppo delle cellule corticali e migliorerà la nostra comprensione del complesso processo di cervello sviluppo e la sua regolazione che è stato poco compreso fino ad ora per quanto riguarda l'interruttore tra proliferazione e differenziazione durante la neurogenesi.

La storia del PHF21B gene può essere attribuito a hanno iniziato circa due decenni fa, quando nell'anno 2002, Real time PCR studi indicato che la delezione della regione 22q.13 del cromosoma 22 ha prognosi negativa nel cancro orale2. Questo è stato ulteriormente confermato alcuni anni dopo, nel 2005, quando Bergamo et al3 ha dimostrato con analisi citogenetiche che la delezione di questa regione del cromosoma 22 è associata a testa e collo tumori.

PUBBLICITA'

Quasi un decennio dopo, nel 2015, Bertonha e colleghi hanno identificato il gene PHF21B come conseguenza della delezione della regione 22q.134. Le delezioni sono state confermate in un gruppo di pazienti con carcinoma a cellule squamose della testa e del collo, così come la ridotta espressione di PHF21B è stata attribuita all'ipermetilazione confermando il suo ruolo di gene soppressore di tumori. Un anno dopo, nel 2016, Wong et al hanno mostrato l'associazione di questo gene nella depressione come conseguenza di un forte stress che causa una ridotta espressione di PHF21B 5.

Questo studio e ulteriori ricerche sull'analisi dell'espressione di phf21b nello spazio e nel tempo aprirebbero la strada alla diagnosi precoce e a un migliore trattamento delle malattie neurologiche come la depressione, il ritardo mentale e altre malattie legate al cervello come l'Alzheimer e il Parkinson.

***

Riferimenti:

1. Basu A, Mestres I, Sahu SK, et al 2020. Phf21b imprime l'interruttore epigenetico spazio-temporale essenziale per la differenziazione delle cellule staminali neurali. Genes & Dev. 2020. DOI: https://doi.org/10.1101/gad.333906.119 

2. Reis, PP, Rogatto SR, Kowalski LP et al. La PCR quantitativa in tempo reale identifica una regione critica di delezione su 22q13 legata alla prognosi nel cancro orale. Oncogene 21: 6480-6487, 2002. DOI: https://doi.org/10.1038/sj.onc.1205864 

3. Bergamo NA, da Silva Veiga LC, dos Reis PP et al. Analisi citogenetiche classiche e molecolari rivelano guadagni e perdite cromosomiche correlate alla sopravvivenza in pazienti con cancro alla testa e al collo. Clin. Cancer Res. 11: 621-631, 2005. Disponibile online all'indirizzo https://clincancerres.aacrjournals.org/content/11/2/621

4. Bertonha FB, Barros Filho MdeC, Kuasne H, dos Reis PP, da Costa Prando E., Munoz JJAM, Roffe M, Hajj GNM, Kowalski LP, Rainho CA, Rogatto SR. PHF21B come candidato gene soppressore del tumore nei carcinomi a cellule squamose della testa e del collo. Molec. Oncol. 9: 450-462, 2015. DOI: https://doi.org/10.1016/j.molonc.2014.09.009   

5. Wong M, Arcos-Burgos M, Liu S et al. Il PHF21B è associato alla depressione maggiore e modula la risposta allo stress. Mol Psychiatry 22, 1015-1025 (2017). DOI: https://doi.org/10.1038/mp.2016.174   

***

PUBBLICITA'